Home » Fotoritocco » I 7 passi della post produzione

I 7 passi della post produzione

Nell’era del digitale non è più necessario recarsi in uno studio fotografico per sviluppare e stampare le immagini delle proprie vacanze, infatti basterà: scattare, avere un computer connesso ad una stampante e il gioco è fatto.

Uno dei grandi vantaggi offerti dalla fotografia digitale è dato dal fatto che oggi possiamo correggere tranquillamente gli scatti che in passato non venivano neanche sviluppati dal fotografo perchè troppo scuri o pieni di altri difetti. Oggi il punto di partenza per lo sviluppo delle fotografie digitali è l’ormai noto Photoshop o gli alti software disponibili con le stesse funzionalità.

Le operazioni di questi software di elaborazione digitale delle immagini hanno lo scopo di migliorare la qualità dell’immagine in termini di esposizione, gamma dinamica, nitidezza e colori. I passi fondamentali per ottenere dei risultati soddisfacenti sono 7:

  1. Il primo passo da compiere consiste nello scattare la foto in formato RAW in quanto permette un controllo diretto di tutti i parametri in post produzione. È necessario poi procedere con le operazioni di crop, correzione e bilanciamento del bianco, correzione dell’esposizione e di tutti i parametri necessari.
  2. Il secondo passo consiste nel migliorare il contrasto attraverso le apposite curve ad S esaltando in modo opportuno le zone di chiaro e di scuro, dando così profondità all’immagine.
  3. Il terzo passo consiste nel controllo della gamma dinamica, la correzione dei livelli e la verifica della presenza di luci troppo alte o ombre troppo pronunciate.
  4. La tecnica dell’ istogramma, già ampiamente discussa, consente la correzione di eventuali sottoesposizioni o sovraesposizioni, la selezione dei colori selettiva, invece, consente di migliore il contrasto tra i colori.
  5. Il quinto e fondamentale passo è relativo alla regolazione delle nitidezza dell’immagine utilizzando l’utilissimo strumento della maschera di contrasto e giocando con i suoi tre parametri principali: la percentuale che definisce la quantità di contrasto da applicare, il raggio che indica l’algoritmo fino a che distanza deve far sentire gli effetti della maschera, la tolleranza che rappresenta la differenza tra pixel in termini di luminosità.
  6. Il sesto e settimo passo sono dedicate al miglioramento dell’esposizione che non si è potuto ottenere con la tecnica dell’istogramma attraverso la regolazione delle luci e ombre e del parametro exposure.


2 commenti

  1. Semplice e diretto , complimenti continuate così è un piacere seguirvi.

  2. Un bel bignami di fotoritocco…..perfetto!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*